A Pieve di Cadore eletta la prima sindaca italiana di origine albanese: “L’ho fatto perché lo devo alla mia comunità”

“Perché l’ho fatto? Per restituire in minima parte quello che Pieve di Cadore mi ha dato: dal vicino di casa che mi aiutava con i compiti in italiano, al parroco, agli insegnanti delle elementari, medie e superiori”. C’era una volta una bambina di 8 anni che stringeva forte la mano della mamma mentre il loro traghetto, partito da Durazzo, stava per avvicinarsi alle coste di Brindisi.

Source

You might be interested in