Algeria, liberato impianto ma con decine di morti

La sede della compagnia petrolifera norvegese Statoil. Tredici suoi dipendenti sono stati coinvolti nella crisi degli ostaggi in mano ad estremisti islamici che in Algeria hanno attaccato un impianto di gas in parte gestito da StatoilALGERI (Reuters) – Si è concluso con la morte di almeno con 30 ostaggi e di 11 rapitori il tentantivo, riuscito, di liberazione dell'impianto di gas nel deserto algerino preso in ostaggio da un gruppo di islamici. Lo ha riferito una fonte dei servizi di sicurezza algerini. Fra i morti, di cui non si conosce ancora l'identità, ci sono cittadini occidentali di nazionalità francese, britannica e giapponese. La fonte ha detto che sono stati trovati i corpi di tre egiziani, due tunisini, due libici, un maliano e un francese. …



Yahoo! Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

You might be interested in