Bombe Boston, media: sospettato parlò di “jihad” al telefono con madre

Apr 28, 2013 by

Una ragazza piange inginocchiata sul luogo in cui il 24 aprile è esplosa la prima bomba alla maratona di Boston, in Boylston StreetWASHINGTON (Reuters) – Uno dei due sospettati per le bombe alla maratona di Boston parlò con la madre di "jihad" in una telefonata nel 2011 registrata da agenti russi. Lo riporta oggi Cbs News. Le autorità Usa, secondo Cbs, hanno saputo negli ultimi giorni della telefonata registrata fra Tamerlan Tsarnaev, il maggiore dei due fratelli ceceni sospettati per l'attentato del 15 aprile scorso, e Zubeidat Tsarnaeva. Cbs non fornisce dettagli. Un portavoce dell'Fbi oggi non ha voluto commentare la notizia. …



Yahoo! Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo