Diffusione aviaria in Cina non motivo di panico secondo Oms

Un uomo infila dei polli in un sacco di plastica in un mercato del centro di ShanghaiBEIJING (Reuters) – Un ceppo dell'influenza aviaria, che ha infettato alcune persone per la prima volta nella Cina orientale, non è motivo di panico. Lo dice oggi l'Organizzazione mondiale della sanità, mentre il numero di casi di infezione è salito a 21, con sei morti. L'Oms ha elogiato la Cina per aver mobilitato risorse nel Paese per combattere il diffondersi del ceppo H7N9, sopprimendo decine di migliaia di polli e monitorando centinaia di persone vicine a quelle infette. "Finora, abbiamo davvero sporadici casi di una malattia rara, che forse rimarrà tale. …



Yahoo! Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

You might be interested in