Marò, indaga l’antiterrorismo, ora è possibile la pena di morte

Apr 26, 2013 by

I due marò Salvatore Girone (a sinistra) e Massimiliano LatorreNEW DELHI (Reuters) – Sarà l'agenzia indiana per l'antiterrorismo (Nia) a indagare su Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i marò accusati di aver ucciso due pescatori nelle acque al largo del Kerala. Lo ha deciso la Corte suprema indiana respingendo le obiezioni sollevate dai difensori dei due italiani. L'Italia ha cercato di opporsi alla decisione, dicendo che la Nia ha giurisdizione solo sui reati di terrorismo e non sui reati ordinari. Il problema per i due marò è che la Nia potrà ora invocare la legge sulla sicurezza marittima, che prevede sulla carta anche la pena di morte. …



Yahoo! Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo