C'è un'attività di fake news contro l'Italia. Il Copasir lancia l'allarme

Mar 28, 2020 by

C'è un'attività di fake news contro l'Italia. Il Copasir lancia l'allarme“Un'attività di disinformazione, di intensità crescente, che non a caso ha come bersagli principali in Europa i due Paesi che in questo momento sono colpiti più duramente dalla pandemia, ovvero Italia e Spagna”.Enrico Borghi, membro Pd del Copasir, parla con l'AGI della “campagna infodemica” finita al centro della preoccupata attenzione del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.“Si tratta" spiega Borghi, che proprio oggi è stato incaricato di una prima ricognizione sul tema "di modalità già rilevate dalla struttura dedicata dell'Ue, l'European External Action Service: una grandissima mole di informazioni verosimili ma mai vere, veicolate per lo più attraverso la rete e i social, che inducono l'opinione pubblica a ritenere ad esempio che ci sia in atto un grande complotto o che esistano delle verità scomode tenute nascoste dall'autorità o atteggiamenti da parte dei governi nazionali inadeguati a far fronte all'emergenza”.Nulla di casuale, bensì “il frutto avvelenato di un'azione concordata, che ha evidenti fini di destabilizzazione e che noi riteniamo essere portata avanti da entità statuali esterne. Quali? Non possiamo ancora dire niente, su questo fronte è al lavoro la nostra intelligence. Quello che è certo è che vengono usati canali di informazione che purtroppo hanno nella viralità e nella non controllabilità delle fonti le loro cifre distintive. Se io dico ad esempio che in un certo Paese esiste un farmaco efficace contro il coronavirus e che le autorità sanitarie di un altro lo tengono nascosto per chissà quale motivo faccio dei danni non trascurabili. E' arrivato il momento di fare chiarezza”.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Fabrizio Corona contro il decreto: vende mascherine e vede il personal trainer

Mar 18, 2020 by

Fabrizio Corona contro il decreto: vende mascherine e vede il personal trainerOltre a non rispettare il decreto che invita tutti a stare a casa, Fabrizio Corona ha pure cominciato a vendere mascherine “estetiche” sul suo sito online di abbigliamento “Adalet”.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Contro il contagio la Gran Bretagna ha scelto una strategia diversa

Mar 13, 2020 by

Contro il contagio la Gran Bretagna ha scelto una strategia diversaIn Gran Bretagna infuriano le polemiche sulla linea di gradualità scelta dal governo per rispondere all'emergenza coronavirus. Sir Patrick Vallance, il primo consigliere scientifico dell'esecutivo di Boris Johnson, ha spiegato che l'obiettivo è creare "un'immunità di gregge" prima del prossimo inverno. Vallance ha avvertito che il Covid-19 è destinato a diventare "molto probabilmente un virus annuale, un'infezione stagionale annuale", di qui la necessità di scaglionare nel tempo le misure più restrittive.Il timore di Londra è che se non ci sarà una diffusione del virus ampia in questi mesi, l'epidemia è destinata a riemergere in inverno quando il sistema sanitario sarà già al limite del collasso.L'ex ministro della Salute Jeremy Hunt ha criticato il governo per il rinvio di misure più drastiche come la chiusura delle scuole e lo stop agli assembramenti e ha osservato che Londra è "un'eccezione" tra i maggiori Paesi europei con la sua linea attendista. Ma Vallance ha replicato che il governo Johnson vuole "cercare di spalmare il picco, non di eliminarlo completamente": "Ciò che non vogliamo è che tutti se lo prendano in breve tempo intasando i servizi sanitari". "Al tempo stesso, poiché la grande maggioranza delle persone ha sola una malattia blanda", ritardando le misure restrittive "costruiamo una sorta di immunità di gregge in modo che più persone siano immuni al virus e si riducano i contagi mentre proteggiamo le persone più vulnerabili". "Se sopprimi qualcosa in modo molto, molto radicale, quando allenti le misure c'è un effetto di rimbalzo e questo rimbalzo arriva al momento sbagliato", ha insistito Vallance. In assenza di un vaccino, l'immunità di gregge che consente alle popolazioni di proteggere gli immunodepressi grazie all'acquisizione di anticorpi da un virus da parte della maggioranza della popolazione potrà essere sviluppata solo tra molti mesi. Nel frattempo, però, si rischia un picco epidemico con centinaia di malati nelle terapie intensive e il rischio che molti di loro muoiano. Per ora il governo Johnson ha risposto all'aumento dei contagi nel Regno Unito disponendo l'auto isolamento per una settimana per chiunque abbia febbre alta e tosse, eventualmente da estendere all'intera famiglia. Esclusa invece per ora la chiusura delle scuole, salvo specifiche raccomandazioni caso per caso, c'è solo l'indicazione non vincolante di sospendere tutte le gite scolastiche. Queste misure sono state adottate nell'ambito del passaggio dalla fase del contenimento a quella del rallentamento dell'emergenza ​ Il coronavirus sta causando la peggiore crisi sanitaria “da generazioni”, ha ammesso il premier britannico, è una “pandemia” che continua a diffondersi “nel mondo e nel Regno Unito".



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more