Incidente A1, arrestato il padre dei bambini morti

Giu 6, 2020 by

Incidente A1, arrestato il padre dei bambini mortiE' stato arrestato e portato nel carcere di Arezzo il conducente del minivan schiantatosi ieri, intorno alle 13.50, contro un camion in A1 causando la morte di due fratellini, una bimba di 8 mesi e un bambino di 10 anni, e dei nonni, 50 e 52. L'uomo, un 30enne di origini sinti, è il padre dei due bimbi ed è stato dichiarato in stato di fermo nella notte scorsa dalla polizia stradale di Arezzo con l'accusa di omicidio colposo stradale plurimo. E' rimasto illeso, sotto choc e a lungo incapace di parlare; sottoposto all'alcoltest è risultato negativo. Il minivan si è schianto in direzione sud, all'altezza di Badia al Pino, nei pressi del casello di Arezzo, contro un camion fermo nella corsia di emergenza. Per capire le cause dell'incidente – un colpo di sonno o una distrazione – bisognerà aspettare la ricostruzione della Polstrada e le conclusioni del pubblico ministero Roberto Rossi accorso subito sul luogo del disastro per il sopralluogo. Per lunedì prossimo è stato fissato l'interrogatorio di garanzia davanti al giudice. L'arresto è scattato nell'ospedale San Donato dove il trentenne era stato portato nel tardo pomeriggio di ieri per accertamenti. Al momento l'ipotesi più probabile è che il 30enne, da molte ore al volante per il lungo viaggio, sia stato colpito dalla stanchezza. Sembra che avesse viaggiato tutta la notte, varcando la frontiera tra la Slovenia e l'Italia ieri mattina intorno alle 8. La famiglia (nel minivan viaggiavano in otto, anche se era omologato per sette) si stava recando a Napoli per visitare dei parenti.  Alcuni testimoni hanno riferito agli agenti di aver visto il minivan procedere a zig zag, finendo poi contro il camion che si trovava fermo all'interno della piazzola di sosta di emergenza. I passeggeri che si trovavano a destra nella vettura non hanno avuto scampo, l'urto li ha sbalzati fuori a metri di distanza: sono morti così i nonni e i due fratellini. La monovolume con le lamiere tranciate ha continuato la sua corsa, andando a urtare un'auto, schiacciandola su guard-rail in una carambola che ha coinvolto anche un terzo veicolo. Al termine della carambola i feriti sono risultati sette, nessuno di loro sarebbe comunque in fin di vita. La più grave è la mamma dei bimbi morti, che è stata portata all'ospedale delle Scotte di Siena. Altri due bambini sono stati portati all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze, tra cui la gemellina della vittima di otto mesi. L'altro bambino, un quattordicenne, è il figlio dei due genitori morti e quindi fratello del conducente arrestato.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Allarme cardiologi: "Ora rischiamo più morti per infarto che di Covid"

Mag 10, 2020 by

Allarme cardiologi: "Ora rischiamo più morti per infarto che di Covid"La forza dello tsunami Covid-19 potrebbe lasciarsi alle spalle una situazione che "riporta l'Italia indietro di 20 anni". Già per paura del contagio e ricoveri mancati la mortalità per infarto "è triplicata" nella fase clou dell'emergenza coronavirus, secondo uno studio multicentrico nazionale. "Se la rete cardiologica non sarà ripristinata, ora che è passata questa prima fase, avremo più morti per infarto che di Covid-19". E' il monito lanciato da Ciro Indolfi, ordinario di Cardiologia all'università Magna Graecia di Catanzaro, a seguito di uno studio multicentrico nazionale, condotto in 54 ospedali, per valutare i pazienti acuti ricoverati nelle Unità di terapia intensiva coronarica (Utic), nella settimana 12-19 marzo, durante la pandemia di Covid-19, confrontando la mortalità con quella dello stesso periodo dello scorso anno. "L'attenzione della sanità su Covid-19 e la paura del contagio rischiano di vanificare i risultati ottenuti in Italia con le terapie più innovative per l'infarto e gli sforzi per la prevenzione degli ultimi 20 anni – incalza l'esperto – L'organizzazione degli ospedali e del 118 in questa fase è stata dedicata quasi esclusivamente a Covid-19 e molti reparti cardiologici sono stati utilizzati per i malati infettivi. Inoltre, per timore del contagio i pazienti ritardano l'accesso al pronto soccorso e arrivano in ospedale in condizioni sempre più gravi, spesso con complicazioni aritmiche o funzionali, che rendono molto meno efficaci le terapie che hanno dimostrato di essere salvavita come l'angioplastica primaria. Se questa tendenza dovesse persistere e la rete cardiologica non sarà ripristinata", l'aumento delle morti per infarto continuerà, conclude il presidente Sic invitando a non abbassare la guardia sulle malattie cardiovascolari, responsabili di circa 260mila decessi ogni anno.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Coronavirus, Gran Bretagna: "Obiettivo limitare i morti a 20.000"

Mar 18, 2020 by

Coronavirus, Gran Bretagna: "Obiettivo limitare i morti a 20.000"Le autorità britanniche ritengono "ragionevole" stimare che 55.000 persone abbiano già contratto il virus sull'isola e valuterebbero come "un buon risultato limitare il numero di morti a 20.000" nel Paese alla fine della pandemia



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Il bilancio del coronavirus è di 17 morti e 45 guariti. Isolato il ceppo italiano

Feb 28, 2020 by

Il bilancio del coronavirus è di 17 morti e 45 guariti. Isolato il ceppo italianoSono 650 le persone positive al Coronavirus in Italia. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, facendo il punto sull'emergenza. "Iniziamo da una buona notizia che arriva dalla Lombardia: ci sono 3 guariti, con un totale in regione di 40 persone. In totale, con i 2 della Sicilia e i 3 del Lazio, in Italia i guariti sono 45", ha detto inoltre Borrelli. "Il numero dei deceduti: dalla Lombardia tre decessi di persone ultra ottantenni, due di 88 e una di 82. Persone con quadro clinico delicato e importante", ha poi aggiunto. In totale, sono 17 i morti, 650 casi positivi e 45 guariti.Lo Spallanzani annuncia: daremo notizie solo di decessi e pazienti in rianimazione.Gli esperti: gli errori di comunicazione hanno alimentato panico e psicosi.Isolato il ceppo italiano dai ricercatori dell'ospedale Sacco di Milano."Stiamo per introdurre con i provvedimenti che a breve verranno approvati misure che servano a calmierare i prezzi di beni come mascherine e disinfettanti. Il tema vero è quando servono le mascherine perché non sempre c'è esigenza". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando alla stampa estera di Roma. Poi ha aggiunto: "Condanniamo tutte le speculazioni, in particolare economiche, che qualche sciacallo sta facendo sulle mascherine, saranno puniti". Sulla stessa linea Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'ospedale Spallanzani: "Ad ora non c'è motivo per una corsa alle mascherine". I casi, negli ultimi giorni, si sono moltiplicati, così come le operazioni volte a sequestrare e identificare gli autori di queste azioni disoneste. Cinque mascherine "per protezione da coronavirus" sono state vendute a oltre 5 mila euro su Ebay insieme a kit igenizzanti, guanti, occhiali e perfino un integratore che "combatte" il virus rafforzando le difese immunitarie. La Guardia di Finanza di Torino ha indagato venti persone ed eseguito sei perquisizioni in tutta Italia.Nel pomeriggio di mercoledì, a Roma, i Carabinieri del Comando di piazza Venezia hanno sanzionato un venditore irregolare, cittadino del Bangladesh di 49 anni, che stava proponendo in vendita ai passanti di via IV Novembre non rose, ne' ombrelli, ma mascherine sanitarie monouso.Sono salite a 745 le mascherine sequestrate e a 4 gli ordini di allontanamento emessi dai Nuclei Tutela Trasporto Pubblico e Antiabusivismo della Polizia locale di Milano che sono intervenuti per contrastare la vendita abusiva di presidi sanitari non conformi.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more