Perché l'assistente personale di Trump è stata licenziata

Set 1, 2019 by

Perché l'assistente personale di Trump è stata licenziataEra in carica dal giorno numero uno della presidenza, aveva resistito per oltre due anni e mezzo a fianco dell'uomo più potente (e irascibile) del mondo, ma alla fine anche lei è stata 'licenziata' come tanti altri prima. Madeleine Westerhout, assistente personale di Donald Trump, è stata costretta alle dimissioni: la sua colpa, riferiscono i media americani, è quella di aver svelato dettagli personali sulla famiglia Trump in una cena confidenziale con dei giornalisti lo scorso 17 agosto.Secondo quanto riferisce la Cbs, la giovane durante le vacanze di Trump, al tavolo con i reporter al ristorante Grain and Cane a Berkeley Heights, in New Jersey, avrebbe bevuto e rivelato dettagli privati della famiglia del presidente, compresi alcuni gossip sulle personalità di rilievo che hanno cercato di avere accesso allo Studio Ovale. Un tradimento imperdonabile per l'inquilino della Casa Bianca. Secondo Politico, Westerhout avrebbe riferito in particolare che a Trump non piace apparire nelle foto con la figlia minore Tiffany perché la considera grassa. Per i giornalisti un filo diretto col presidenteSeduta alla scrivania subito fuori lo Studio Ovale, la 29enne era un punto di riferimento per molti, giornalisti ma non solo, ha ricordato la Cnn, mentre il Washington Post ha riferito come lei fosse l'unico modo per contattare Trump oltre a chiamare al cellulare. Molto fidata, era tra le più pagate nello staff della Casa Bianca (145 mila dollari all'anno), presente dal giorno uno dell'amministrazione Trump e con accesso alla agenda riservata del presidente. C'è chi però alla Casa Bianca l'ha difesa con la stampa, sostenendo che il suo 'peccato originale' fosse la provenienza dalle fila del Comitato Nazionale dei Repubblicani e non dalla campagna elettorale di Trump. Da qui, le voci sul fatto che fosse una 'spia'. Prima di arrivare alla Rnc, la giovane aveva lavorato per la campagna presidenziale di Mitt Romney, nel 2012, e come assistente della capo di gabinetto Katie Walsh prima di approdare al team di transizione una volta eletto Trump.La notorietà era arrivata proprio in quel periodo, quando le era stato affidato il compito di scortare all'ascensore della Trump Tower i visitatori del neo-eletto presidente, il tutto sotto gli occhi delle telecamere. L'avvertimento di Donald"Madeleine Westerhout mi ha chiamato ieri per scusarsi… Ho capito completamente e l'ho perdonata", ha spiegato poi Trump, il quale ha poi lanciato un avvertimento all'ormai ex collaboratrice ricordandole che "ha un accordo di riservatezza pienamente applicabile, è una brava persona e non credo che ci sarà mai motivo di usarlo", ha poi aggiunto l'inquilino della Casa Bianca, lanciando un avvertimento all'ormai ex collaboratrice. Trump ha quindi ribadito di "amare Tiffany", la figlia avuta dal matrimonio con Marla Maples, che conduce una vita più defilata rispetto ai figli Ivanka, Eric e Donald Jr.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Un retroscena della Cnn spiega perché Trump ha deciso di sostenere Conte premier

Ago 28, 2019 by

Un retroscena della Cnn spiega perché Trump ha deciso di sostenere Conte premierIl Presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte ha appoggiato il presidente americano Donald Trump al G7 di Biarritz, in Francia, sulla necessità di riammettere la Russia nel 'club dei Grandi', ripristinando il G8. Lo sostiene la Cnn, in un retroscena sul summit durante il quale si sarebbe consumato uno scontro "acceso" tra l'inquilino della Casa Bianca e gli altri leader sulla riammissione di Mosca.La Russia è stata espulsa dal G8 nel 2014, dopo l'annessione della Crimea. Alle insistenze di Trump sulla riammissione della Russia durante il G7, si sarebbe contrapposta la resistenza in particolare della cancelliera tedesca Angela Merkel e del primo ministro britannico Boris Johnson, riferisce la Cnn. Il premier italiano invece "ha appoggiato Trump e forse, in relazione a ciò – ipotizza Cnn – Trump, quando è tornato a Washington, ha elogiato Conte che si è dimesso da primo ministro".Nel suo endorsement a Conte, Trump ha detto che ha rappresentato l'Italia "in maniera poderosa al G7", lo ha definito "un uomo di grande talento" e ha auspicato che rimanga premier. Anche nel giugno del 2018, al G7 di Charlevoix, in Canada, Conte aveva chiesto una linea di apertura rispetto alla possibilità di riammettere Mosca al tavolo dei grandi come auspicato da Trump.



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more

Che cos'è l'Escherichia coli e perché ci impedisce di fare il bagno

Ago 1, 2019 by

Che cos'è l'Escherichia coli e perché ci impedisce di fare il bagnoIl 30 luglio è stato disposto dai comuni interessati il divieto di balneazione temporaneo in 18 punti del litorale romagnolo: 13 punti nel riminese, due zone a Lido di Volano (Ferrara), uno a Savignano, uno a Cesenatico e uno San Mauro, nella provincia di Forlì-Cesena.Il motivo è lo sforamento, rilevato dall'Arpae (Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'Emilia-Romagna), dei parametri di legge relativi alla presenza di Escherichia coli ed Enterococchi nelle acque.Ma cosa sono Escherichia coli ed Enterococchi? Perché impediscono di fare il bagno? Cosa dice la legge in materia?Andiamo a vedere i dettagli. Batteri “spia”L'Escherichia coli è un batterio che si trova normalmente nell'intestino degli esseri umani. I suoi filamenti sono normalmente inoffensivi, ma alcune varietà possono causare malattie anche gravi. Generalmente si prendono questi batteri consumando cibi crudi contaminati, ma è possibile anche la trasmissione via acqua, se questa è contaminata ad esempio da feci infette. Causano normalmente crampi e diarrea ma possono comportare anche febbre e vomito. Il periodo di incubazione è tra i 3 e gli 8 giorni e, normalmente, in 10 giorni al massimo si guarisce.Anche gli Enterococchi intestinali sono batteri che si trovano normalmente nell'intestino umano e che, nei ceppi più pericolosi, possono causare crampi, diarrea, febbre e vomito, in particolare a pazienti anziani o debilitati.Al di là delle loro caratteristiche mediche, di per sé non particolarmente preoccupanti, questi due batteri vengono utilizzati come parametri per stabilire la qualità idrica. Se vengono sorpassati determinati livelli di concentrazione nelle acque, questo viene ritenuto una “spia” di una situazione di inquinamento potenzialmente pericolosa e scattano i divieti.Andiamo quindi a vedere la normativa. La tutela dei bagnanti da parte della UeLa “direttiva balneazione” (dir. 2006/7/CE) è un atto legislativo dell'Unione europea che ha imposto agli Stati membri di adottare le misure necessarie per garantire la salute dei bagnanti. È stata recepita in Italia dal d.lgs. 116/2008 e dal decreto attuativo d.m. 30 marzo 2010 e stabilisce che i criteri su cui valutare la qualità delle acque siano due: la presenza al di sopra di certe soglie di Escherichia coli e di Enterococchi intestinali.Il decreto ministeriale ha stabilito in particolare che la soglia sia fissata a 200 cfu (colony forming units) per 100 millilitri di acqua marina per gli Enterococchi intestinali e 500 cfu per 100 ml per l'Escherichia coli. Nelle acque interne sono ammessi valori più alti: 500 cfu/100 ml per gli Enterococchi intestinali e 1.000 cfu/100 ml per l'Escherichia coli.Le rilevazioni devono essere, durante la stagione balneare, almeno mensili. I comuni stabiliscono in ogni caso un calendario prima dell'inizio della stagione. Gli Stati sono obbligati a comunicare i risultati delle analisi entro il 31 dicembre alla Commissione europea, che elabora attraverso l'Agenzia europea dell'ambiente ogni anno un report sia per l'Unione che per i singoli Paesi.In questo modo vengono classificati i luoghi di balneazione, in base alla qualità delle acque, secondo una scala che va da “eccellente” a “scarsa”, passando per “buona” e “sufficiente”. Le spiagge dove non si può fare il bagno sono quelle dove la qualità dell'acqua è “scarsa”. Se la situazione di inquinamento viene registrata per cinque anni di fila, il divieto diventa permanente finché l'area non viene bonificata.Come risulta dal rapporto dell'Agenzia europa dell'ambiente per il 2019, in Italia sono 89 i punti dove è in vigore il divieto di balneazione, la maggior parte dei quali sono situati alle foci dei fiumi, sui lungomare cittadini, in prossimità di zone portuali (il Ministero della Salute ha un portale dove è possibile controllare la situazione di ogni spiaggia d'Italia inserendo il nome del comune). Questi 89 punti rappresentano l'1,6% del totale. Possiamo citare ad esempio la zona industriale di Pozzuoli, il lungomare di Reggio Calabria e il porto di Gioia Tauro.A livello generale, in Italia ben il 90% delle acque balneabili ha una qualità “eccellente”, il 5% “buona”, il 2,1% “sufficiente” e l'1,2% “non classificato”.Le recenti decisioni che hanno interessato la costa romagnola sono di carattere temporaneo: non si tratta cioè di siti dove sia normalmente in vigore un divieto generale per l'anno in corso. Se le prossime rilevazioni daranno esiti positivi, i divieti infatti verranno meno.Qui sono consultabili, ad esempio, le ordinanze del comune di Rimini circa i divieti temporanei e i divieti permanenti di balneazione per la stagione 2019 nel territorio comunale. ConclusioneL'Escherichia coli e gli Enterococchi sono batteri che si trovano normalmente nell'intestino, e quindi nelle feci, degli esseri umani.La loro concentrazione nelle acque balneabili – al di sopra o al di sotto di determinate soglie – viene utilizzata dalla normativa, di origine europea, per stabilire la qualità idrica.La legge impone controlli periodici, che vengono usati dalle autorità europee per stilare un report annuale dove vengono individuati i luoghi dove va vietato fare il bagno nella stagione balneare.Oltre a questi divieti “stagionali” – che possono diventare permanenti, se le soglie vengono superate per cinque anni di fila – è possibile, a fronte di situazioni eccezionali, che vengano disposti divieti temporanei. Questo è quello che è successo di recente sul litorale romagnolo.Se avete delle frasi o dei discorsi che volete sottoporre al nostro fact-checking, scrivete a dir@agi.it



Yahoo Notizie – Ultime Notizie dall’Italia e dal Mondo

read more